martedì 17 aprile 2012

Fatico a credere

Non  prendo nulla sul serio
a volte vivo intensamente
fatico a credere che sia vero
quando aspetto qualcosa
un cenno una risposta
nessuno viene in visita

Anche le buone occasioni
quelle carine o improvvise
venute fin giù nelle vene
a rendere omaggio
a regalare sogni e tempeste
a squassare la bile e le speranze

Troverò una cameriera
verserà caffè dirà di suo figlio
di progetti andati e mai tornati
una vita in piedi ad aspettare

Nessun commento:

Posta un commento